Kurt Kaindl

21.11.2015 - 22.01.2016 Geograficamente l’itinerario fotografico di Kurt Kaindl segue le linee di confine intereuropee da Lubecca fino a Trieste. Il progetto è iniziato nel 2008 e prosegue tuttora. Da ambedue i lati, dall’est e dall’ovest, l’autore si avvicina al (ex) confine per cogliere con la fotografia l’atmosfera particolare del paesaggio formato da questa estesa terra di nessuno e soprattutto per raccontare la vita della gente che vi risiede.

leggi tutto >
Blumenbeet

19.9. - 20.11.2015 Nelle sue immagini analogiche e inquietanti, Jasmine Deporta trasforma gli impulsi che nascono dalle relazioni interpersonali. Lavora lungo l’innocenza, il desiderio, e l’ingenuità in un insieme complesso di espressioni e linguaggi corporei. Ispirato da colori, sogni e giovinezza, il suo lavoro registra visioni e pensieri e afferra realtà effimere.

leggi tutto >
Emotionen | Harald Wisthaler

24.8 – 5.9.2015 EMOZIONI - Io vedo quello che tu provi, che io provo Gioia della vittoria o delusione, momenti pieni di adrenalina o stanchezza: Nello sport spesso è impossibile nascondere le proprie emozioni. Soprattutto in momenti di estremo sforzo e quando in seguito la tensione diminuisce, è spesso impossibile controllare le espressioni del proprio viso ed il linguaggio del corpo, e se lo si vuole o no , uno sguardo o anche una determinata posizione del corpo vale più di mille parole.

leggi tutto >
Gustav Willeti

13.6. - 18.9.2015 Nella serie PERSPE Gustav Willeit crea un universo parallelo, raffigurando un ambiente che appare reale ma che in verità è stato inventato. L’osservatore è in grado di riconoscere l’origine naturale della fotografia, ciò nonostante rimane sospeso nel dubbio, in uno spazio tra realtà e fantasia.

leggi tutto >
Claudia Corrent Vorrei

vorrei | Claudia Corrent Il lavoro è, per definizione, quella forza, unita alla consapevolezza di sé, che permette di realizzare la propria natura potenziale, portando a termine compiti etici che possano fornire un beneficio spirituale e morale a se stessi, all’ambiente sociale e naturale.

leggi tutto >
Alber_Adox16_2 MB

1.11.2014 - 16.01.2015 Stefan Alber indaga la complessità delle relazioni e dei limiti tra fotografia, pittura e scultura. I suoi lavori fotografici, oggetti e installazioni mettono in discussione le abitudini degli spettatori concentrando lo sguardo sia sulla superficie sia sullo spazio. Partendo dalla fotografia nascono dei lavori che affrontano e analizzano i processi e i temi specifici della produzione d’immagini.

leggi tutto >